Camera
 
Senato
 
Unione di Centro TV
 
Facebook
 
Unicampus
 
Comitato Nazionale per la Bioetica
 
LINKS
 
 

Linee di ricerca

home > IL MIO PERCORSO> Linee di ricerca

 

• Premessa

Accanto ai grandi temi che la biologia molecolare, la genetica, e tutte le altre discipline di base pongono ogni giorno alla attenzione del medico, esiste nel mio curriculum una specifica esigenza ad approfondire l’interfaccia etica di tutte queste questioni, che sfidano non solo la nostra intelligenza, ma anche la nostra coscienza.

Analizzare questi problemi con la dovuta tempestività, ma senza cedere alle mode intellettuali, richiede una mentalità di studio che si confronta con esperti di molti campi, anche non medico-biologico, come ad esempio filosofi, giuristi, economisti, sociologi, ecc..
Di qui l’aspetto interdisciplinare dei lavori e l’attitudine al dialogo e al confronto con altri saperi e con professionisti di altri settori.

Il filo conduttore che lega i diversi campi di indagine è quello di una antropologia personalistica, che riconosce alla dignità della persona, anche nei momenti di massima fragilità, il diritto ad autodeterminarsi.

Metodo ed obiettivo coincidono nella attenzione ad insegnare a prendersi cura di sé, con specifici programmi di educazione terapeutica, che includano anche la famiglia e il sistema delle reti sociali, cominciando da quelle prossime.


• Etica e formazione

Si tratta sostanzialmente di due linee di ricerca distinte ma articolate tra di loro, che hanno il loro punto di convergenza nella relazione che lega etica e formazione, tanto che si può parlare sia di etica della formazione che di formazione etica.
L’attenzione alla innovazione dei processi formativi applicati alla professioni sanitarie e soprattutto al paziente e alla sua famiglia: per esempio la moderna educazione terapeutica, con cui il paziente viene sollecitato a prendersi cura di sé, cominciando dalla riflessione sul proprio stile di vita.

Dall’altro una riflessione sistematica sui principali problemi di Bioetica emergenti: dall’uso delle nuove tecnologie applicate alla procreazione medicalmente assistita, alla qualità della relazione medico paziente nelle nuove complessità del sistema sanitario, per terminare con i recenti interrogativi che la morte e il morire pongono al medico e al paziente.

Le questioni bioetiche che la vita e la morte pongono a tutti noi definiscono l’orizzonte di senso in cui si svolge la attività professionale del medico e lo obbligano ad affrontare il suo lavoro con continui rimandi agli aspetti epistemologici della sua preparazione culturale (vedi il grande tema delle medicine alternative, ma anche il rapporto tra scienza e tecnologia), e agli aspetti di filosofia morale che i nuovi quesiti etici e bioetica sollevano.

Pedagogia medica >>

Etica e Bioetica >>

   
 
CERCA NEL SITO